RICERCA INDUSTRIALE


SEINGIM da anni si occupa della progettazione, sperimentazione, sviluppo e preindustrializzazione di nuovi prodotti, processi o servizi, ovvero di apportare modifiche sostanziali a prodotti, linee di produzione e processi produttivi, al fine di contribuire alla realizzazione di sensibili miglioramenti alle tecnologie attualmente esistenti. Tali attività si concretizzeranno nella realizzazione di progetti pilota e dimostrativi nonché di prototipi non commercializzabili, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti.

Fibra di Carbonio


Lo scopo del progetto HOFER (HOrizon For carbon fibER) è lo studio di un’alternativa al precursore della fibra di carbonio, sulla base di lignina (fonte rinnovabile). L’obiettivo è la produzione di materiali in fibra di carbonio sostenibili e meno costosi, con un impatto positivo sugli aspetti tecnologici ed economici. Ad oggi, la diffusione di materiali in fibra di carbonio è stata limitata dagli elevati costi di produzione, principalmente a causa di un precursore ottenuto da polimerizzazione di acrilonitrile ed i relativi processi di produzione complessi. HOFER condurrà
inizialmente attività di ricerca e sviluppo, per poi introdurre il prodotto nel mercato della fibra di carbonio. La lignina può essere ottenuta da molti rifiuti dei processi industriali (ad esempio, la produzione di carta e bioraffinerie), favorendo la valorizzazione dei rifiuti come materia prima secondaria, riducendo l’inquinamento. Obiettivo principale di HOFER è produrre fibra di carbonio a bassa e media qualità ad un basso costo, estendendo le
sue applicazioni nei vari settori (ad esempio rafforzamento civile, dispositivi medici, ecc). HOFER vuole riuscire a dimostrare la fattibilità
e la sostenibilità di un nuovo processo, dimostrando la scalabilità necessaria per esigenze industriali, portando industrie dell’UE nelle posizioni di primo piano nel campo della fibra e promuovendo nuovi investimenti, attualmente limitati e dipendente dai mercati extra-UE, per espandere la produzione di
fibra di carbonio, che porta alla crescita dell’occupazione.

 

Green Oil


Green Oil è un impianto di bioraffinazione per la sperimentazione di processi sostenibili mediante l’utilizzo dell’anidride carbonica in stato supercritico. Il progetto ha visto impegnata per oltre due anni Seingim insieme a: Parco Vega, Sapio, Università Ca’ Foscari ed Università di Udine. Le sperimentazioni fatte con colza, canapa e vinaccioli hanno portato a risultati interessanti.
Spicca, ad esempio, un valore molto alto di EPA (omega 3 e 6) nei vinaccioli, prodotto molto diffuso nel campo farmaceutico e omeopatico.
Desta invece molto interesse come nella canapa vi sia una quantità interessante di acido linoleico, da poter impiegare nella cosmesi. Precisiamo che l’impianto è stato progettato sia per le sperimentazioni con matrici solide che con matrici di tipo liquide. Importante è ricordare che i risultati ottenuti vengono realizzati con un impianto definito GREEN, a 0 emissioni, con l’utilizzo di un solvente naturale com’è l’anidride carbonica (CO2) utilizzata in stato supercritico, sostituto di tutti quei solventi sintetici che possono inquinare il prodotto finale.
Enorme è il potenziale di sperimentazione dell’impianto di cui Seingim dispone e che mette a disposizione di ogni ente o privato che voglia realizzare ricerca e sviluppo, offrendo inoltre supporto sia tecnico che amministrativo.
L’esperienza molto interessante ed istruttiva ha portato in Seingim il primo approccio verso la nuova frontiera della GREEN CHEMISTRY, naturale sostituta della chimica attuale.

RICHIEDICI MAGGIORI INFORMAZIONI


Contattaci